boboto franchetti storia montessori

Tante sono state le donne che in Italia che con il loro impegno e lavoro hanno contribuito ad attuare grandi cambiamenti sociali ed economici. Tra queste vogliamo ricordare Alice Hallgarten, pedagogista americana, fondamentale sostenitrice di Maria Montessori che contribuì a favorirne la fama.

filosofia montessori boboto la nascita

Boboto vi racconta “in pillole” quello che la filosofia montessoriana ci ha lasciato in eredità sulla fascia d’età considerata fondamentale per lo sviluppo dell’uomo, la fascia 0-3 anni “l’età dell’oro” a detta di Maria Montessori.

La prima "Casa dei Bambini" di Maria Montessori

Celebriamo la ricorrenza dell'apertura della prima “Casa dei bambini” aperta da Maria Montessori a Roma il 6 Gennaio del 1907, con un'intervista ad Annamaria Angelone, insegnante montessoriana che ha svolto per 34 anni la propria professione in questo luogo storico. E vi regaliamo un piccolo ed emozionante video, che abbiamo girato qualche anno fa, proprio in questa "Casa dei Bambini".

filosofia montessoriana da 0 a 3 anni

Nel nostro quasi primo anno di vita come startup che si occupa di diffondere metodi educativi e pratiche quanto più inclusive e innovative possibile, vi abbiamo sempre raccontato storie, documentato laboratori e parlato di formazione per bambini e bambine appartenenti a fasce d’età superiori ai 3 anni. In questo articolo, invece, Boboto vuole parlarvi di quella fascia d’età considerata fondamentale per lo sviluppo dell’uomo, la fascia 0-3 anni “l’età dell’oro” a detta di Maria Montessori, che intuitiva e lungimirante, riconosce il rispetto dovuto al bambino “padre dell’uomo” dotato di una sua sensibilità e “spiritualità”

materiali di sviluppo montessori

Cosa siano i materiali montessoriani e quale funzione svolgano nei contesti educativi e non, sono domande ricorrenti tra genitori, educatori ma anche insegnanti che si avvicinano a questo mondo e cercano di scoprirlo sempre più. Cercheremo di introdurvi passo dopo passo al complesso mondo dei cosiddetti “materiali di sviluppo” scoprendone le caratteristiche e il ventaglio di esperienze che coprono.